IL PROGETTO GASTRONAUTS

Il progetto Gastronauts (The Gastronauts Italian Project)nasce per Freeshout Festival nel 2006.
Nel festival di arti performative due cuochi romani inseriscono la loro cucina ricca di input visivi e gustativi, dedicandosi con lo stesso impegno anche alla parte musicale.
Da sempre legati alla cultura hiphop, inseriscono un dj-set che viaggi in parallelo alla preparazione dei loro piatti.Tutto questo diventa uno spettacolo, completato da una parte di vjing proiettata sulle pareti.
I piatti non vengono mai provati prima, per questo ogni spettacolo ne ha di nuovi. Ne sono la prova i disegni accurati di ogni piatto che i Gastronauts portano sempre con loro sul palco.
Dal Freeshout si aprono per i Gastronauts le porte di collaborazioni importanti, di festival italiani e di date
in Francia e Germania.
L’ultima sfida dei Gastronauts, è la MICRO CENA, ovvero preparare dei capolavori espressi in formato ridotto da far gustare al ritmo di un ricercato dj set.
I Gastronauts accettano complimenti e si difendono dalle critiche con il loro logo
…una mannaia ben affilata.

APPROFONDIMENTI:

Francesca Barreca e Marco Bacanelli, dopo esperienze alla Città del Gusto (Gambero Rosso), in Toscana ed in altre zone d’Italia (tra le altre la laguna ferrarese), scelgono di seguire il percroso della cucina preparata interamente nelle case dei loro clienti.
In questo modo possono esprimersi in un’atmosfera a misura d’uomo, con amore verso le materie pime, e generosità di particolari. Tutto questo senza escludere una serie di excursus nelle cucine del mondo. Nel tempo riescono a integrare nel loro lavoro aspetti importanti quali musica e video.
Al Freeshout EXpRESSive FAir Fest di Prato (2006) si presentano per la prima volta come GASTRONAUTS cucinando dal vivo sul palco con un dj-set di Andrea Mi (Controradio).
Poi iniziano a lavorare con DONPASTA (Fod sound System – In the Food for Love – Dark side of the Food) portando nel suo spettacolo la cucina dal vivo.
Lo seguono anche in Francia ed entrano a far parte in pianta stabile del suo nuovo spettacolo "Dark Side of The Food". Con questo partecipano ad alcuni festival. Nel frattempo continuano con date in locali underground e centri sociali.
Per quanti si interroghino sulla valenza di ricette/ingredienti/estetica o fattibilità dei piatti, The GASTRONAUTS ITALIAN PROJECT sottolinea che i piatti realizzati non sono mai "piatti impossibili" e che le preparazioni elaborate per questo progetto fanno comunque parte di un bagaglio culturale comune a molti. Questo genere di live non ha come fine quello di esaltare diirettamente i cuochi o la cucina. Musica, cucina, video e foto hanno la stessa importanza e concorrono in parte uguale al raggiungimento di un solo scopo: la creazione di un nuovo tipo di intrattenimento live.

Comments

  1. Eddie81 says:

    La prox volta voglio leggere che il team comprende anche dj spow e eddiephotographer!😛

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: