Sono solo carciofini, e io solo una persona comune.

Non fate come me. Consultate un medico o uno scienziato, è meglio.
Questa non è una ricetta, non ha dosi, non ha tecniche particolari, non ho consigli da darvi.
Ci siamo solo messi a fare dei carciofini, senza grandi aspirazioni. Ho messo solo un po’ d’aglio all’interno, perché mi piacciono così. Per me i carciofini sono come delle caramelline, da mangiare uno dopo l’altro, senza sapori complessi, solo gusto di carciofino, olio buono, e quell’acidulo che mi dà soddisfazione.

Quindi, per tornare alla nostra non ricetta cominciata ieri (leggi cos’è successo ieri), oggi, dopo aver fatto asciugare bene i carciofini, li abbiamo incastrati bene nei barattoli sterilizzati,  senza pressare troppo, e li abbiamo coperti d’olio. Aggiungeremo un po’ d’olio di tanto in tanto, battendo i barattoli su un panno per far fuoriscire l’aria, e dopo due/tre giorni chiuderemo i barattoli. Fra una quindicina di giorni li mangeremo. Fine della storiella del carciofino. Amen.

Advertisements

Comments

  1. Vorrei tanto questa foto per la copertina del disco che non inciderò mai, sono meravigliosi i vostri carciofini, li adoro già. Tu menti, questo non può essere il parto di una persona comune.

    Mi piace

    • Francesca Barreca says:

      Rispetto sorella. Solo una che vorrebbere mettere i nostri carciofini sulla copertina del suo disco merita tanto!

      Mi piace

  2. Buoniiii!
    Ola per i carciofini

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: