This is Jamaican Jerk Pork

“Papà oggi è festa mi cucini il jerk pork sul barbecue?!”
Sì, immagino possa andare a finire così la mia vita: una famiglia, un giardino dove poter parcheggiare almeno 5 o 6 tipi differenti di bbq e un bimbetto (o due) per casa che non appena sente odore di festa scappa dal letto e mi viene a chiedere di cucinargli qualcosa.
In attesa che questo meraviglioso quadretto prenda forma concretamente, non terrò per me questo bellissimo pezzo di Giamaica. Per l’esattezza quasi 2 kg di Jamaican Jerk Pork.
Per questa preparazione ho seguito la ricetta che propone Steven Raichlen nel suo “Il Mago del grill”, diventato ormai una piccola bibbia per tutti i feticisti maniaci della brace.

Jamaican Jerk Pork

6 peperoncini manzana (simil habanero) privatelo del picciolo e dei semi
1 porro
1 cipolla bianca mondata e tagliata grossolanamente
4 spicchi d’aglio pelati
4 cucchiai di coriandolo tritato
4 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di zenzero fresco pelato e tritato
1/2 cucchiaio di timo fresco
1/2 cucchiaio di maggiorana tritata
1 cucchiaino di pimento macinato
1/2 cucchiaino di pepe nero
1/2 cucchiaino di noce moscata grattuggiata al momento
1 pizzico di cannella in polvere
2 cucchiai di succo di lime
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai di rum scuro
2 cucchiai d’olio di oliva
1 cucchiaio di sale grosso
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
1 cucchiaio di zucchero di canna
1.800 kg di Lonza di maiale.

Vedete quanti ingredienti? ora prendeteli tutti (tranne il maiale ovviamente) e riducete tutto in purea, mettendo nel frullatore prima gli ingredienti solidi e aggiungendo poi quelli liquidi.
Di questo tipo di preparazioni amo l’attesa, pochi passi ma fatti con molta attenzione.
La ricetta classica richiede l’utilizzo di un prosciutto di spalla, quello che state vedendo nelle foto invece è una lonza di maiale. Utilizzando questo pezzo non c’è bisogno di aprirlo o pulirlo. Prendetelo così com’è mettetelo in un contenitore, con un coltello appuntito praticate dei fori lunghi 1 cm (in giamaicano “jooking”), questo servirà per far penetrare il condimento all’interno della carne. Ora versate sopra il composto aromatico e massaggiate quel bel pezzo di Jamaica per far aderire bene il condimento.
Coprite e fate marinare in frigo dalle 6 alle 12 ore.

La giusta cottura sarebbe quella diretta a calore medio (160°/180°) visto che il prosciutto di spalla contiene molto grasso e conserva la cotenna che protegge la carne.
Con la lonza invece abbiamo optato per una cottura indiretta sempre a 160°/180° e prolungato la cottura di 40 minuti circa.
Una volta portato il barbecue a temperatura abbiamo messo il jerk pork a cuocere, 35/40 minuti per lato.
Noi abbiamo utilizzato il nostro barbecue a gas della HOT!, modello HT-635, 15,6 kW di potenza.
Vi consiglio di acquistare un termometro per carni, così facendo vi segnalerà lui quando sarà il momento di toglierlo (per il maiale 90° al cuore)
Cotto? tiratelo fuori, posizionatelo sul tagliere e lasciatelo riposare per qualche minuto.
Finalmente, tagliatelo più sottilmente possibile e buon sapore di Giamaica.
Mentre lo tagliavo pensavo che starebbe benissimo dentro un sandwich, magari con una composta di scalogni e una punta di senape.
Ma fate voi, anzi se avete consigli dite pure.

Comments

  1. Meraviglioso.

    Mi piace

  2. Bello e buono…ma secondo me si è cotto troppo, vabbè che il maiale non dev’essere al sangue ma lo vedo troppo bianco al centro!😉

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: