NUOVA RUBRICA! RICETTE MOLESTE

Questa nuova rubrica è quanto di più atipico potreste trovare fra le pagine di un comune foodblog scritto da cuochi e non.
Il quartiere in cui viviamo è un bel quartiere universitario (ma quale bello.. è un quartiere abbandonato, ma non è questo il punto). Dicevo, un bel quartiere UNIVERSITARIO in cui continuano ad aprire alimentari multietnici, pub, shottinerie, internet point e chi più ne ha più ne metta.
Questo accade perché  c’è mercato. Che significa? Eh, significa che c’è ‘a materia prima: ‘i studenti.

I studenti so’ ‘n po’ poveri, anche perchè je fregano tutti i sordi pe’ dormì nei loculi, a nero, ovvio. E visto che nun vanno a magnà da Heinz Beck, l’inico Heinz de lusso che se ponno permette sò i prodotti HEINZ (ketchup, mayonese etc.) che c’ha solo l’ELITE, dove pe’ principio deve costà tutto deppiù, così sembra che c’avemo i sordi.

Detto questo, ritorno in Italia per spiegarvi perché su queste pazze pazze pagine si darà spazio ai giovani, studenti fuorisede e non.
Abbiamo deciso di riscoprire il piacere di mangiare solo per sedersi intorno alla stessa tavola e stare bene assieme. Condividere. E tornare a cucinare con piacere ma ricominciando dalle basi, così da poter frequentare e capire il 90% della popolazione, quella che ancora non ha iniziato ad interessarsi veramente di cibo e che ancora non immagina che c’è sul mercato un uovo venduto da un uomo nudo che costa più di un euro, perché oltre che bello è pure intelligente (Parisi nun t’arrabbià).

Il pusher ufficiale di ricette moleste, così le ha definite lui (e a giusta ragione, direi) è Filippo Sturba, studente in Scienze della Comunicazione all’università La Sapienza, anni 23.

Basta cominciare da principio come l’ABC diceva Deda, ne LA PAROLA CHIAVE. In questo modo, mi sembra più semplice introdurre nel discorso un ingrediente per volta, senza pretendere che la gente si catapulti negli alimentari più costosi e forniti di Roma senza sapere neanche perché.
Insomma abbiamo a cuore la cultura alimentare ma crediamo che sia impossibile stabilire un contatto se siamo chiusi nel nostro fortino di pecorino di fossa. Perciò in questo spazio pubblicheremo ricette preparate con ingredienti semplici, facendo la spesa al DISCOUNT (Quelli che hanno detto OMMIODDIO posso andare a fanculo già da ora) cercando di capire anche come nascono alcuni luoghi comuni, sfatando alcuni miti e buttandoci in mezzo informazioni chiave, ma in modo leggero e soprattutto SENZA PRETESE.

Partiremo dal presupposto che mangiare bene non è un obbligo ma una scelta, e in quanto tale un uomo deve poter aver gli strumenti che lo mettono in condizione di scegliere, ma allo stesso tempo deve anche poterselo permettere.
Il portafogli sarà un punto fondamentale di questa rubrica, anche se non verrà sempre citato direttamente.

Comments

  1. a me mi piace!

    Mi piace

  2. Bravissimi, una grande idea!

    Mi piace

  3. Bravi!

    Mi piace

Trackbacks

  1. […] >>>rimediare subito qui      >>> e qui: tutti i post della rubrica […]

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: